Catalogo dei periodici

ACNP è l’acronimo di Archivio Collettivo Nazionale dei Periodici, nato negli anni ’70 su iniziativa del CNR per fornire alla comunità scientifica uno strumento unitario per la localizzazione delle pubblicazioni scientifiche. Le informazioni raccolte attraverso il contributo delle biblioteche erano unificate in un catalogo su computer ed erano inizialmente disponibili in formato cartaceo, solo in una seconda fase furono accessibili da remoto su collegamenti non pubblici. Il vero salto di qualità nacque dalla collaborazione tra il CNR e il Centro Inter-bibliotecario dell’Università di Bologna, che nel 1988 rese disponibile la consultazione on-line dell’archivio sul proprio sistema informatico. E, sempre nell’ambito di una convenzione col CNR, l’Università di Bologna ha poi sviluppato un programma che consente alle biblioteche aderenti l’aggiornamento diretto del catalogo.

Questa possibilità è stata colta anche dall’Istituto di studi storici postali “Aldo Cecchi”, che nel 2018 ha aderito ad ACNP e ha iniziato a immettervi il catalogo dell’emeroteca, dopo la verifica e l’aggiornamento del posseduto, che vengono attuati durante le sessioni di volontariato: i dati vengono poi messi on-line da remoto.

L’emeroteca dell’Istituto comprende più di 1.200 testate; sino all’aprile 2020 ne sono state immesse più di 400.

Si accede al catalogo dell’Istituto attraverso la maschera personalizzata di accesso al catalogo generale di ACNP

Catalogo
La descrizione dei campi specificabili è auto-esplicativa e se non si specifica alcun parametro si ottiene l’elenco di tutte le schede presenti al momento.

Se si clicca sul titolo della rivista si apre la relativa scheda, che comprende anche l’elencazione del posseduto; se non si è interessati ai dati della scheda ma solo al posseduto, si seleziona l’indicazione “POSSEDUTO” per visualizzare titolo e annate possedute. Il posseduto viene indicato per annate con alcune convenzioni, ad esempio:

1919-1943.	si possiedono le annate dal 1919 al 1943, anno in cui è cessata la pubblicazione, indicata dal punto
1934-1937; si possiedono le annate dal 1934 al 1937 e la pubblicazione è continuata anche in anni successivi
1951;1953-1955;1957; il segno ; indica discontinuità nella sequenza delle annate possedute
1977- indica che la testata è corrente e che si possiedono tutte le annate da quella indicata ad oggi e che la collezione viene mantenuta aggiornata

La mancanza di qualche numero nelle annate possedute viene indicata nel campo “Lacune”.

L’immissione di nuove schede continua e nel frattempo si sta lavorando anche ad un progetto ancora più impegnativo: l’immissione degli spogli delle riviste, ovvero l’elenco degli articoli pubblicati, partendo dalle riviste di maggior interesse documentario ma con l’ambizione di farlo per tutte le testate per cui tale informazione non sia già disponibile in ACNP.