Quaderno 28

Sul filo della Comunicazione: la telegrafia nell’Ottocento fra economia, politica e tecnologia

a cura di Andrea Giuntini
2004, pagg. 160+160, euro 48.

Indice

Introduzione

Un approccio metodologico
Angel Calvo, Università di Barcellona. Reti di comunicazione e sviluppo economico.

Fra Stato e mercato
Donard De Cogan, School of Information Systems, Università dell’East Anglia, Norwich, Dominic De Cogan, St Hugh’s College, Oxford. Pubblico e privato nella telegrafia transatlantica dell’800.
Richard John, Università dell’Illinois, Chicago. Impresa privata o bene pubblico? La deregolamentazione delle comunicazioni negli Stati uniti: un problema politico per il paese, 1839-1851.

La rivoluzione dei telegrafi
Andrea Giuntini, Università di Modena e Reggio Emilia. Il potere dei cavi. Le telecomunicazioni sottomarine nel Mediterraneo.
Stefano Baia Curoni, Luca Fantacci, Università Bocconi, Milano. La telegrafia e le nuove pratiche finanziarie.
Pascal Griset, Università della Sorbona, Parigi. La Francia e l’adozione del telegrafo elettrico: un successo senza un vero e proprio avvenire.

L’esperienza italiana
Gianni Paoloni, Università della Tuscia, Viterbo. Il servizio dei telegrafi nell’Italia post-unitaria. Aspetti istituzionali.
Simone Fari, Università di Bari. La tecnologia che corre sul filo. Il cambiamento tecnologico nei primi trent’anni dell’esperienza telegrafica italiana fra successi e difficoltà.