Le strade della Posta

Inventario (1861-1878) fondo Direzione Generale Poste

Logo ANASLogo MIBACT

Grazie al contributo di un illuminato patrocinatore, Anas SpA (www.stradeanas.it), l’Istituto ha portato a termine un ampio progetto di ricondizionamento, ordinamento e inventariazione del fondo “Affari generali dell’amministrazione centrale” del Ministero delle poste e telegrafi, che si trovava in condizioni non ottimali e che, grazie al lavoro svolto, è attualmente liberamente consultabile in loco dai ricercatori.

Il riordino è stato effettuato, sotto la supervisione dell’Archivio Centrale dello Stato, relativamente al carteggio del periodo dal regno di Vittorio Emanuele II (1861-1878) che consta di oltre diecimila fascicoli, ognuno contenente tutte le carte relative ad un “affare”.

Ricerca e consultazione

Busta

Anno

Fascicolo

Oggetto

Titolo

Categoria

Vecchia Segnatura

  


L’inventario del fondo per il periodo 1861-1878, con un ampio saggio introduttivo, è disponibile nel Quaderno n. 33 dedicato al progetto. L’Istituto inoltre si augura di poter riprendere in futuro questo progetto, in particolare per l’incremento del numero dei documenti consultabili on-line.

 

Documenti sul progetto

 

Nota storica

Nel 1861 l’amministrazione delle poste italiane era organizzata in una “Direzione generale delle poste” presso il Ministero dei Lavori Pubblici; nel 1889, previa unione con la “Direzione generale dei telegrafi”, anch’essa dipendente dal Ministro dei Lavori Pubblici, si trasformò nel “Ministero delle poste e dei telegrafi”, soppresso (dopo aver più volte cambiato denominazione) nel 2008.

Il fondo archivistico del Ministero delle poste e telegrafi è conservato presso l’Archivio Centrale dello Stato, ed è articolato nelle seguenti serie:

  • “Affari generali dell’amministrazione centrale” 1861-1890, pacchi 643
  • “Affari generali” 1861-1914, pacchi 880
  • “Fascicoli del personale fuori servizio” 1861-1890, pacchi 1333.