Vedi tutti

Dopo il congresso, resta la mostra

Dopo il congresso, resta la mostra

Archiviato il congresso internazionale “Storia postale. Sguardi multidisciplinari, sguardi diacronici”, organizzato fra il 13 ed il 15 giugno a Prato dall’Istituto con la collaborazione di Comune ed Archivio di stato, resta, fino al 31 ottobre, la mostra “Per lettera. Forme e modi della comunicazione epistolare dal mercante medievale all’Unità d’Italia”.

Organizzata dall’Archivio di stato nella propria sede di via Ser Lapo Mazzei 41, ha visto il supporto di Issp ed Unione stampa filatelica italiana. È capace, fra l’altro, di citare il “tesoro” epistolare cittadino, ovvero l’archivio lasciato dal mercante trecentesco Francesco di Marco Datini (venne ricordato con una cartolina postale il 20 ottobre 2010). Conta 150 mila documenti sciolti e circa seicento registri, accantonati alla sua morte, poi spostati in un sottoscala, murati e ritrovati solo nel 1870. La decina di grandi bacheche è raggiungibile gratuitamente nei seguenti orari, validi anche in agosto: lunedì e mercoledì 8.30-17.20; martedì, giovedì e venerdì 8.30-13.55.