Immutata la quota 2018
11 Gennaio 2018
Ulteriori donazioni
11 Gennaio 2018

Il corno di posta diventa digitale

Il corno di posta diventa digitale

Anche gli strumenti musicali possono passare dal sistema postale. Un caso tipico è il corno di posta, introdotto come supporto per annunciare l’arrivo del corriere e dargli la precedenza, preparare il dispaccio con le missive o i cavalli freschi. Oppure, in alternativa, per intrattenere i viaggiatori lungo il viaggio. Esiste tutto un repertorio di casi e di conseguenti suoni che, spesso, varia di regione in regione.

Un saggio in materia venne realizzato nel 1989 dal musicologo Roberto Becheri in occasione di una mostra organizzata a Prato, presso palazzo Pretorio, dall’Istituto di studi storici postali. S’intitola “Il corno di posta – Da mezzo di segnalazione a strumento sinfonico”, sviluppandosi per 56 pagine con immagini in bianco e nero o a colori. È il Quaderno 12.

A corredo del lavoro, vi era inserita una cassetta musicale, ora sostituita da un cd: contiene gli stessi brani, ma naturalmente risultano più facili da scoprire. Il costo, pubblicazione compresa, ammonta a 15,00 euro, spese postali a parte.

[Comunicato stampa]