Vedi tutti

Un contributo concreto e senza costi per l’Istituto di studi storici postali “Aldo Cecchi”

Un contributo concreto e senza costi per l’Istituto di studi storici postali “Aldo Cecchi”

L’Istituto di Prato è un’eccellenza riconosciuta nella conservazione, consultazione e ricerca nel campo della storia postale. Però, per operare, ha bisogno dell’aiuto di tutti. Com’è noto, si può aiutare l’Istituto in vari modi: associazione, lavoro volontario, donazioni, contributi.

Esiste anche un modo per dare un contributo concreto e senza costi.

L’Istituto conserva tutto, ma proprio tutto, ciò che riguarda la posta e la filatelia. In particolare, oltre alla propria ricca collezione di periodici specializzati in filatelia e storia postale, ha un Archivio con un fondo Pubblicazioni, che conserva articoli, saggi, scritti d’occasione di tema filatelico o postale, pubblicati in quotidiani, riviste, fascicoli, volumi non specializzati.

Può capitarvi di leggere articoli o anche semplici note di tema postale sul quotidiano nazionale e/o su quello della vostra città, che acquistate regolarmente; sulle riviste settimanali o mensili che ugualmente leggete, sia d’informazione e d’attualità politica (per esempio Panorama, L’Espresso) sia specializzate (storia, viaggi, fotografia, cinema, pubblicità…); sulle riviste interne aziendali, e così via.

Per esempio:

  • il trafiletto sull’apertura o chiusura o cambiamento d’orario o spostamento di un ufficio postale nella vostra città (per cui l’apporto di chi legge i tanti quotidiani locali italiani è importantissimo)
  • la lettera del lettore che lamenta il ritardo nella distribuzione della posta
  • l’articolo sui nuovi servizi di bancoposta offerti
  • il fondo nella pagina economica che parla delle offerte postali
  • la pagina pubblicitaria di Poste sulle sue nuove offerte
  • la tal persona nota che parla della sua collezione di francobolli
  • l’associazione di volontariato che ripulisce l’antica tratta postale
  • l’annullo speciale attivo domani in quella sede
  • e così via, ogni notizia del genere.

Ciò che vi chiediamo è molto semplice: dopo aver letto il quotidiano o la rivista, e prima di gettarli, ritagliate il trafiletto o la pagina dell’articolo che interessa e inviatecelo (oppure consegnatecelo a Veronafil o a Milanofil, dove siamo sempre presenti).

Ricordate sempre di scrivere sui margini questi dati:

  • nome della testata
  • numero e data
  • numero di pagina
  • nome del donatore (se desidera comparire).

Tutti questi ritagli saranno catalogati con criteri scientifici e risulterà sempre (salvo vostra richiesta in contrario) il nome del donatore.

Grazie!